La Sicurezza

Nel nostro lavoro la sicurezza è un requisito importantissimo, sia per il paziente, sia per il medico. Siamo consapevoli delle gravi conseguenze che una leggerezza, in termini di precauzioni adottate, può causare. Elenchiamo qui di seguito le varie disposizioni da noi adottate, nel rispetto della normativa vigente, per garantire uno standard di sicurezza adeguato e largamente rassicurante.


 

1) Sicurezza nella fase di Sterilizzazione

Lo studio odontoiatrico è un luogo di terapia da ritenersi sicuro perché segue la procedura di sterilizzazione degli strumenti prevista dalle norme per la sicurezza, applicate in tutte le sale operatorie. Tale procedura prevede una fase di decontaminazione e una di sterilizzazione. Al fine di ottimizzare questa procedura abbiamo adibito spazi diversi a funzioni diverse. Dopo l’uso sul paziente gli strumenti subiscono sempre i seguenti passaggi:

  1. detersione e disinfezionetramite soluzioni idonee;
  2. vibrazione tramite vasca ad ultrasuoni per la rimozione di ogni residuo organico e inorganico;
  3. lavaggio, risciacquo e asciugaturacon lavastrumenti;
  4. controllodell’avvenuta detersione e imbustamento degli strumenti per la sterilizzazione;
  5. sterilizzazione con autoclave di ultima generazione
  6. alla fine del ciclo di sterilizzazione una stampante elettronica redige un rapporto scritto dettagliatoche viene da noi archiviato in un registro consultabile da chiunque ne faccia richiesta;

studiodentisticovecchi158studiodentisticovecchi156studiodentisticovecchi162studiodentisticovecchi153studiodentisticovecchi148studiodentisticovecchi18623_sterilizzazione_191

 

2) Sicurezza in Implantologia

Ogni giorno si parla di implantologia ma quasi mai si parla di sicurezza in implantologia. Non dimentichiamo che l’inserimento di impianti nell’osso non è il semplice inserimento di una vite in una struttura più o meno dura, ma è il posizionamento di una protesi (protesi radicolare) in un contesto bioanatomico complesso per il ripristino della funzione estetica e meccanica dell’elemento dentario.

La riabilitazione protesica con uso di impianti osteointegrati è prima di tutto un atto intellettuale derivante dall’attenta valutazione di ogni paziente, dalla conoscenza clinica e dalla conoscenza dei materiali che si andranno ad utilizzare.

Spesso si parla di terapia senza parlare di diagnosi, nell’ambito odontoiatrico in generale e nello specifico implantologico la parola “diagnosi” si coniuga bene con”indagine radiologica”.

Alcune volte per pianificare un intervento di riabilitazione impiantare sono sufficienti indagini di primo livello come ortopanoramica o radiografie endorali, molto spesso però le informazioni fornite da questi esami non bastano e per poter progettare e poi eseguire correttamente questo tipo di intervento chirurgico si deve ricorrere a esami di secondo livello, vale a dire una TAC. La novità in radiodiagnostica si chiama Tomografia Volumetrica Cone Beam (a fascio conico), che ci permette di ottenere tutte le informazioni necessarie con una bassissima dose di radiazioni somministrate al paziente.

Abbiamo oggi acquisito nel nostro studio l’apparecchio Giano della New Tom che ci permette di eseguire direttamente qui in studio radiografie orto panoramiche, teleradiografie e TAC volumetriche Cone Beam.

I nostri medici inoltre lavorano con Software di Chirurgia computer assistita, attraverso i quali possono pianificare in sicurezza ogni intervento chirurgico,progettare il posizionamento di impianti in modo ideale e senza rischi.

20170117_134658 SCHERMATA-SIMPLANT-1 SCHERMATA-SIMPLANT-2

3) Sicurezza in Radiologia

L’utilizzo di raggi X necessario per l’esecuzione delle radiografie prevede il rispetto di norme molto rigorose e il controllo periodico di esperti qualificati. Nel nostro studio dentistico:

ogni esame radiografico è effettuato solo se:
– vi è una richiesta diagnostica non dilazionabile;
– non esistono in alternativa altri tipi di esame senza raggi x;
– non vi sono altri reperti diagnostici validi (il paziente deve informare il dentista se è in possesso di lastre radiografiche dentarie eseguite di recente).

l’ attrezzatura radiologica è sottoposta a prove periodiche di verifica delle caratteristiche di funzionamento da parte di un esperto qualificato a seguito delle quali è rilasciata specifica documentazione scritta allegata in apposito registro secondo le normative di legge vigenti.

Ogni paziente viene protetto con grembiule di piombo durante l’esecuzione di radiografie endorali, extraorali e Tac.
L’attrezzatura disponibile nel nostro studio dentistico consente l’impiego della minore dose di radiazioni possibile compatibilmente con quella necessaria per raggiungere un risultato diagnostico utile.
20170117_13470920170117_14090620170117_155408

4) Sicurezza in Conservativa

La maggior parte dei materiali utilizzati per la cura e la ricostruzione dei denti non possono essere lavorati in un ambiente umido come quello del cavo orale. La diga di gomma, grazie alla quale è possibile isolare il dente curato dal resto della bocca, permette di eseguire la terapia in condizioni ottimali con un maggior comfort da parte del paziente.

Studio Odontoiatrico Dr. Stefano Vecchi - Via Cappannini, 39/D - 60030 Serra de' Conti (An) - Tel. 0731.878355 - P. IVA 2311460428